Teatro galeotto, e fu #unastoriaquasisolodamore per #paolodipaolo

CLICCA QUI..! e ascolta il podcast con l’audio integrale della 38^ puntata di Nel becco del gallo

(Radio Radiosa Music, 8 ottobre 2017)

Paolo Di Paolo

Nino è un attore promettente, piuttosto bello, ironico, dissacrante, corteggiatore fortunato, apolitico, ateo, ribelle alla seriosità dei modelli, ma anche …confuso, e apparentemente incapace di legarsi a un ideale. Nino mal sopporta l’età degli anziani suoi allievi, che ritiene una specie diversa, ostinata a tenere in vita “qualcosa che già non c’è più, o che sta per morire”.

Teresa è invece più solida, più consapevole, è ha un fascino quasi misterioso… Read More

Annunci

#sonocosadagrandi, ma Simona Sparaco trova le parole giuste per suo figlio Diego

CLICCA QUI..! e ascolta il podcast con l’audio integrale della 37^ puntata di Nel becco del gallo

(Radio Radiosa Music, 1 ottobre 2017)

Puntata 1 ottobreIl 14 luglio del 2016, verso le 22:30, un uomo alla guida di un camion bianco, investiva a tutta velocità la folla che assisteva ai festeggiamenti pubblici in occasione della festa nazionale francese nei pressi della Promenade des Anglais Read More

Quale mistero si cela nel sottobosco di Bari dietro #lamossadelteschio?

CLICCA QUI..! e ascolta il podcast con l’audio integrale della 28^ puntata di Nel becco del gallo

(Radio Radiosa Music, 9 aprile 2017)

La mossa del teschio

Franco è un giornalista: è un cronista di punta di un quotidiano locale. E’ un uomo tendenzialmente malinconico, che tiene una specie di diario dei ricordi che lui chiama il Quaderno delle rimembranze.

Il padre di Franco, anch’egli giornalista, è morto prematuramente il 30 marzo di trent’anni prima, per un bruttissimo cancro al fegato. Franco decide di farlo esumare,
per un sorta desiderio maturato negli anni e diventato insopprimibile, e con una specie di intimo bisogno di assistere a quel rituale. Per rivedere appunto, ancora una volta, suo padre.

Ma in quella occasione, durante l’esumazione, si accorge che il cranio del defunto presenta un foro, proprio sulla nuca, Read More

#contromano, per trovare il coraggio di riconoscersi frangibili e umani

CLICCA QUI..! e ascolta il podcast con l’audio integrale della 27^ puntata di Nel becco del gallo

(Radio Radiosa Music, 2 aprile 2017)

ContromanoUn viaggio a ritroso nel tempo, alla ricerca delle proprie radici, di una base solida per rileggere sotto una luce diversa il proprio presente e riprogettare il futuro. A ritroso, mentre tutto il mondo sembra Read More

Maria non è come le altre, e manda giù con alterigia quel #caffeamaro

CLICCA QUI..! e ascolta il podcast con l’audio integrale della 26^ puntata di Nel becco del gallo

(Radio Radiosa Music, 26 marzo 2017)

Caffè amaro

Sicilia. Una Sicilia afflitta da miseria, dalla mafia, e da una classe dominante che senza mezzi termini viene descritta come corrotta e inetta.

In un posto così, nascere donne vuol dire avere un destino già segnato anche nelle famiglie più benestanti: trovare un marito. E poi accudirlo, dotarlo di prole e vivere nell’obbedienza. Questo sembra anche il destino di Maria, ma lei … lei non è come le altre. Read More

Un giorno di sangue, un giorno rosso: ma nessuno ha pagato per l’omicidio de #lultimodellalista

CLICCA QUI..! e ascolta il podcast con l’audio integrale della 25^ puntata di Nel becco del gallo

(Radio Radiosa Music, 19 marzo 2017)

L'ultimo dell lista Francesco Montemurro

A Bernalda, un paese della provincia di Matera, forse l’ultimo paese lucano che ancora resisteva ostinatamente alla diffusione del fascismo, il 31 gennaio del 1923, il PNF, il Partito Nazionale Fascista, inaugura la sede locale del partito fascista.

E’ l’occasione per mostrare i muscoli, per compiere un’azione dimostrativa, una vera e propria spedizione punitiva nei confronti.. Read More

Respinta da due madri, ha perso l’identità: per tutti, ora è soltanto #larminuta

CLICCA QUI..! e ascolta il podcast con l’audio integrale della 24^ puntata di Nel becco del gallo

(Radio Radiosa Music, 12 marzo 2017)

L'arminuta

Arminuta è una parola presa in prestito dal dialetto abruzzese: vuol dire letteralmente ritornata.

E di ritornare succede ad una ragazzina di un piccolo borgo abruzzese. Dopo essere stata ceduta dai suoi genitori naturali – che vivono in miseria ed hanno altri figli – ad una famiglia di parenti del marito quando aveva solo 6 mesi, all’età di 13 anni Read More

Cosa spinge Rina a tornare in quel carcere 50 anni dopo, e a chiedere #nelsilenzioparlamiancora?

CLICCA QUI..!  e ascolta il podcast con l’audio integrale della 22^ puntata di Nel becco del gallo 

(Radiosa Music, 26 febbraio 2017)

nel-silenzio-parlami-ancora

Rina è stata una donna partigiana imprigionate tra le mura del carcere “Le nuove” di Torino. Sopravvissuta a quella prigione, dove ha lasciato più di qualcosa di sé, e sopravvissuta alla guerra, si ritroverà dopo mezzo secolo, al tramonto della sua vita, a fare i conti Read More

#mickeymouse03, storia diversa per gente normale nel racconto di #andreamauri

Ascolta il podcast con l’audio integrale della diciassettesima puntata di Nel becco del gallo, in onda tutte le domeniche dalle 9.00 alle 10.00 su Radio Radiosa Music (replica mercoledì dalle 23 alle 24)

CLICCA QUI ..!

mickeymouse03-copia

Michele è un ragazzo piccolo di statura, magro fino quasi a sembrare anoressico, e con due grandi orecchie a sventola. Inutile dire come i suoi compagni di liceo si accaniscano su questi dettagli fisici, anche perché con quelle orecchie grandi e a sventola Michele ricorda un po’ ….un topo.

Michele colleziona i fumetti di Topolino Read More

Un grido solo si innalza dalla metropolitana di Parigi: #liberté! Lo conferma #MaurizioTucci

Ascolta l’audio integrale della quindicesima puntata di Nel becco del gallo, in onda tutte le domeniche dalle 9.00 alle 10.00 su Radio Radiosa Music

CLICCA QUI..!

Liberté.png

Philippe, ma a dire il vero dovremmo chiamarlo Louvre-Rivoli, è un uomo piacente, serio, vive a Parigi, ed è uno degli Chef de station, uno dei capi delle stazioni della Grande metropolitana di Parigi. Ma Philippe non è uno qualunque: lui è il figlio di una delle fondatrici della società che ha creato il Mètro Parisien, assunto per chiamata diretta e incaricato di dirigere stazioni sempre prestigiose, fino a quella di Louvre-Rivoli. E nell’ambiente lo chiamano appunto così: Louvre-Rivoli.

Ma non è il solo. Tutti gli Chef de station vengono chiamati col nome della stazione che dirigono. La gigantesca metropolitana parigina, un mondo sotterraneo immenso.. Read More