Ai piedi dell’arcobaleno (terza e ultima parte)

Ascolta l’audio di questo racconto

leggi la puntata precedente
ascolta la puntata precedente

..Visto così, dall’alto, era stupefacente. E appena poco più sopra se ne intravedeva addirittura un altro. Ma non era solo uno spettacolo immenso: quei due arcobaleni sotto di noi ci riportavano in vita..

Digitalizzato_20160221 (6)

..Adesso mi ero perso sul serio! Tutti ci eravamo persi!

Vagavamo sempre a ventaglio cercando un punto di riferimento. Fu il Buon Andrea, più a sinistra di tutti, a vederlo per primo: era un piccolo palo di legno con attaccata una freccia: l’indicazione diceva Capanna Morgantini. La Capanna era molto più a ovest, praticamente Read More

Annunci

Ai piedi dell’arcobaleno (prima parte)

Ascolta l’audio di questo racconto

..Avevo sentito che andar per montagne fosse per gente tosta, e a quel punto due erano le cose: o erano baggianate, o ero tosto pure io!

Digitalizzato_20160221 (5)

Trova il tuo passo!”.

Era questa la raccomandazione degli esperti. Sembra banale, ma è così quando si va in montagna d’estate, per sentieri. Camminando in salita, quando la gamba davanti si allunga troppo, la coscia lavora male e il polpaccio che spinge si affatica. Io ci provavo a trovare quel movimento, il mio movimento, ma ero da 10 in teoria, e 4+ nella pratica… Un diciannovenne piedidolci della bassa in un caldo sabato d’agosto, ecco quello che ero. Read More